Quali sono le caratteristiche che deve avere un taxi ?

Come riconoscere se il taxi che stiamo prendendo è in regola?

Grazie al regolamento del comune di Torino facciamo chiarezza su quali sono le caratteristiche che un Taxi, e solo un Taxi, deve avere in modo da riconoscere eventuali “furbetti”.

Regolamento comunale – Caratteristiche dei Taxi

Il colore delle autovetture deve essere uniforme ed e’ individuato con decreto del Ministro dei Trasporti. Su entrambe le portiere anteriori, immediatamente al di sotto del bordo inferiore del vano dei finestrini laterali, deve essere applicata una decalcomania raffigurante lo stemma della Citta’.

Ogni autovettura deve essere munita di una targa, con la scritta in nero “servizio pubblico” e il numero d’ordine assegnato, del tipo stabilito dal Comune, che deve essere applicata sulla parte posteriore esterna del veicolo; all’interno deve essere esposto, in modo ben visibile agli utenti, un cartello indicante il numero d’ordine.

Le autovetture adibite al servito taxi, devono portare sul tetto un contrassegno luminoso con la scritta “taxi”.

Nell’autovettura in servizio e’ vietato fumare e il tassista e’ tenuto ad esporre l’apposito divieto.

Prima dell’ammissione in servizio, gli autoveicoli sono sottoposti alla verifica da parte degli organi comunali di vigilanza per l’accertamento della rispondenza alle caratteristiche di cui ai precedenti commi. Tale verifica non può implicare accertamenti di carattere tecnico riservati, in base alle disposizioni vigenti, agli uffici periferici della Motorizzazione Civile.

Ogniqualvolta gli organi comunali di vigilanza ritengano che un autoveicolo non risponda più ai requisiti, per i quali ottenne la carta di circolazione, dovranno informare l’ufficio comunale competente per il settore per la denuncia all’Ufficio della Motorizzazione Civile e darne altresì comunicazione alla Provincia.

Nel corso del periodo normale di durata della licenza comunale il titolare della stessa può essere autorizzato alla sostituzione dell’autoveicolo in servizio con altro dotato delle caratteristiche necessarie allo svolgimento dell’attività, previa verifica da parte degli organi comunali di vigilanza.

A seguito della sostituzione, devono essere annotati sulla licenza i dati del nuovo veicolo, e deve esserne data comunicazione alla Provincia.

Vuoi che la tua corsa in taxi diventi un’esperienza ancora più personalizzata ?